Vai a sottomenu e altri contenuti

Festival internazionale dell'organetto

Nato nel 1986 da un'idea dell'organettista irgolese Totore Chessa, il Festival dell'Organetto è diventato con gli anni la manifestazione di cultura e spettacolo tra le più importanti e di rilievo nel panorama della musica etnica non solo in Sardegna ma anche a livello nazionale ed internazionale.

Totore Chessa


Sin dalle prime edizioni la manifestazione ha avuto come scopo, quello di riunire in un incontro-confronto tutte le varie forme e tutti gli stili musicali della Sardegna,invitando nella nostra cittadina tutti quei musicisti portatori del loro bagaglio musicale tipico del proprio paese o zona geografica di appartenenza.
Dopo la prima edizione, organizzata nel Luglio del 1986 dal suo ideatore Totore Chessa in collaborazione con la Pro Loco di Irgòli, le altre edizioni sono state organizzate dal Gruppo ''Tradizioni Popolari'' di Irgòli col sostegno economico delle varie Amministrazioni Comunali che si sono sempre adoperate per la promozione di questa manifestazione.
Col tempo il Festival è cresciuto sia dal punto di vista di partecipazione di pubblico sia da quello artistico-culturale, con l'adesione di musicisti provenienti da varie zone d'Italia e dall'Europa in genere dove l'Organetto è molto presente ed usato nelle varie culture popolari.

Oltre ai suonatori sardi, ogni anno si esibiscono dei solisti o gruppi di fama internazionale creando cosi un confronto artistico culturale tra la musica Sarda e quella di tutto il mondo, che offre più consistenza e spessore alla manifestazione .
Irgoli è anche la sede che ospita, oltre al festival dell'organetto, la più grande collezione di strumenti a mantice (organetti, fisarmoniche, bandoneon,) con modelli a partire dal fine ottocento fino ai nostri giorni.

Questo patrimonio che conta circa 120 pezzi, è unico in Sardegna ed è di proprietà del musicista Totore Chessa di Irgòli, organettista di fama internazionale per le sue partecipazioni a tantissime rassegne dedicate all'organetto diatonico in Sardegna e in tutta l'Europa. Erede dei più grandi maestri dell'organetto sardo, Totore Chessa oggi è un punto di riferimento per le nuove generazioni di organettisti.


Per questi e tanti altri titoli, Irgoli viene definita da esperti, studiosi ed osservatori, Capitale dell'Organetto e della Cultura.

Edizione speciale 2010 in occasione del ventennale.


Con la realizzazione del ventennale si intende fare un riassunto delle varie edizioni passate, con due giornate ricche di varie partecipazioni provenienti dalla Sardegna, dal continente e dall'Europa.

La proiezione su schermo gigante di immagini foto e video sempre delle passate edizioni.

Particolare spazio sarà dedicato al ballo in piazza coinvolgendo cosi tutto il pubblico presente, che diventerà anch' esso protagonista e non semplice spettatore.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto